D.T. BAGNULO: “IMPORTANTI TUTTI IN QUESTA GRANDE STAGIONE. ORA CONCENTRATI SUL MASCHITO”

Il buon andamento di questa stagione è anche dovuto a un ottimo lavoro in sede di mercato. Quali colpi estivi si sono rivelati i più determinanti, date le tue aspettative?
Quando quest’estate abbiamo ultimato il roaster, eravamo convinti di aver fatto un ottimo lavoro. Eravamo certi di disporre di un quintetto forte e di alternative validissime. Le nostre aspettative, dunque, sono state attese. Non c’è un uomo che abbia soddisfatto più di un altro, siamo contenti di tutti allo stesso modo. Non si tratta di una risposta politicamente corretta. E’ stata una stagione che, salvo qualche infortunio prolungato, ci ha visti coperti in qualsiasi parte del campo. Il mister, inoltre, è stato eccellente nel tenere unito il roaster e a gestire ogni elemento, tirando fuori qualche jolly (penso a Zigrino contro il Barletta). Tutto ciò ci ha permesso di non subire cali di tensione.


Qual è stata invece la sorpresa di questa stagione?
Le sorprese più belle, paradossalmente, sono stati i calciatori confermati, che già dall’anno scorso facevano parte del roaster. Hanno totalmente cambiato passo. Su tutti, sicuramente Ricky Ferri. Un trascinatore, determinato e determinante, tutt’altro calciatore rispetto a quel ragazzo timido dell’anno scorso. E non si può non citare la professionalità riscontrata in alcuni elementi come Rafa Bussunda e Daniele Lisi. Due esempi chiave di professionisti al servizio dello spogliatoio e dell’allenatore.

Rimanendo nel tuo ambito, ci sai dire, sul piano tecnico, come si batte il Maschito?
Carpire informazioni dirette e visive è stato difficile. Comunque ciò che è certo è che sarà fondamentale avere più attenzione, più determinazione e più grinta, così come abbiamo fatto durante la finale play-off contro il Bitonto, avversario complicatissimo. Come in quella occasione, per vincere bisogna essere caparbi e concentrati contro una squadra che vuole la Serie B almeno quanto noi. Una grossa mano per la vittoria ce la può dare il Palagentile che, se riempito a dovere nella gara di andata, può dare una spinta fondamentale.

Nel caso in cui tutto vada come ci auguriamo, che tipo di stagione aspetterebbe l’Olympique?
“Mi piacerebbe che la stagione del ritorno in Serie B si prospettasse come una stagione tranquilla, anche se è chiaro che da neopromossa dovremo darci da fare un po’ di più rispetto agli altri per difendere la categoria. Ora bisogna essere concentrati sul Maschito per raggiugere questo grande obiettivo. Di una cosa sono sicuro: replicheremo la strategia usata l’anno scorso e ci muoveremo con largo anticipo sul mercato per formare un roaster degno, qualsiasi sia la categoria che ci aspetta.”

Ufficio Olympique Ostuni